Archivi tag: del vecchio editore

Una frase lunga un libro #22 – Gianni Agostinelli, Perché non sono un sasso

#Unafraselungaunlibro 22: Gianni Agostinelli, Perché non sono un sasso

Poetarum Silva

14240759786334-agostinelliUna frase lunga un libro #22: Gianni Agostinelli, Perché non sono un sasso, Del Vecchio editore. € 14,00, ebook € 7,99

Se dopo un’osservazione sul tempo non hai modo di dire altro vuol dire che non hai nulla da dire e che quella nota sulla neve non era un prendere tempo per argomentare altro ma solo il vuoto che hai dentro

Chiudi il libro di Gianni Agostinelli e ti fai una domanda: Mi sono divertito o angosciato? Ebbene, non c’è una risposta, almeno non una sola, perché sono vere entrambe le cose. Matteo, il protagonista di questo romanzo, studente in filosofia rinunciatario, solo, per inadeguatezza più che per scelta, o per entrambe le cose (riconoscersi inadeguato rispetto al resto del pianeta non rappresenta, comunque, una scelta?), racconta un pezzo della sua vita di poco più che trentenne. Vita che si svolge in provincia, nell’Italia centrale, una vita senza amici, senza fidanzate, una…

View original post 435 altre parole

Annunci

Miroslav Košuta: La casa (da La ragazza dal fiore pervinca)

Poetarum Silva

pervincaMiroslav Košuta: La casa (da La ragazza dal fiore pervinca, Del vecchio editore, 2015 – traduzione di Tatjana Rojc )

*

Hiša

Vsaka hiša ima štiri stene
in nebo.
Vsaka hiša ima uro, ki meri noč,
in črva, ki grizlja smrt
v policah,
v podu,
v posteljni vabi z vonjem po znoju

Vsaka hiša ima vrata, da skoznje
stopa strah,
in med okni
okno za samomorilce.

Hiše v mojih krajih so lamijoni
in svetijo na morje,
v eni
pa je ležišče iz suhih alg,
kier me čaka
telo,
odporto ko zemlja
in globoko
ko grob.

*

La casa

Ogni casa ha quattro pareti
e un cielo.
Ogni casa ha un orologio a misurar le notti,
e un tarlo a rodere la morte
negli scaffali,
nel pavimento,
nell’esca del letto, pregna di sudore.

Ogni casa ha una porta per far entrare
la paura,
e tra le finestre
quella per i suicidi.

View original post 495 altre parole


Una frase lunga un libro #9: Josephine W. Johnson – Il viaggiatore oscuro

#unafraselungaunlibro numero 9 su Poetarum Silva “Il viaggiatore oscuro” di Josephine W. Johnson

Poetarum Silva

Una frase lunga un libro #9

Viaggiatore

Josephine W. Johnson, Il viaggiatore oscuro, Del Vecchio editore (trad. Stella Sacchini), € 15,00

Tutto ciò molto presto sarebbe finito e lui, comunque, non se lo meritava. L’avrebbero scoperto e stanato. Era sempre un gioco da ragazzi stanarlo. Dio aveva smesso di interessarsi a lui da tanto di quel tempo, e aveva lasciato il cancello aperto e non aveva chiuso a chiave la porta. Talvolta aveva persino indicato, con un gesto indolente della sua grande mano: «Da quella parte».

Non si sa mai bene da quale luogo vengano a cercarci i libri e in che modo, poi, ci trovino. Non avevo mai sentito parlare di Josephine W. Johnson (come la maggior parte di voi,immagino), viene tradotta adesso in Italia per la prima volta. Nata nel 1910, morta alla fine degli anni ottanta. Un premio Pulitzer vinto a soli 24 anni, molti romanzi scritti, romanzi…

View original post 654 altre parole


Felicitas Hoppe – Johanna

Johanna di Felicitas Hoppe – mia recensione

Poetarum Silva

Johanna_cop

Felicitas Hoppe – Johanna – Del Vecchio editore, 2014 – € 14,00 – ebook € 9,99 – traduzione di Anna Maria Curci

*

Noi non vediamo proprio nulla, e non sentiamo nulla, quindi dobbiamo scrivere quello che scrivono tutti.

Si può raccontare la Storia inventando una storia. Si possono prendere le documentazioni, interi archivi, libri, certificazioni e metterle al servizio di una nuova narrazione. Si può inventare e allo stesso tempo raccontare la verità, così si dovrebbero fare le biografie, così si dovrebbero fare i romanzi. Questo è quello che ha fatto Felicitas Hoppe in Johanna, da poco uscito per Del Vecchio editore, e, tradotto in maniera splendida da Anna Maria Curci. La meraviglia, però, non sta soltanto nel cosa ma nel come. Il come con cui la Hoppe ha raccontato la pulzella d’Orleans è straordinario.

Abbiamo una dottoranda, l’esperto dottor Peitsche e il professore. Il professore con le camicie pulite ma…

View original post 543 altre parole


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: