Archivi categoria: eventi e reading

Festival dei Matti 2018: A margine. Abitare i luoghi comuni (Venezia, 17 – 20 maggio)

Festival dei Matti – IX edizione

17-20 maggio 2018

Venezia

A margine Abitare luoghi comuni.

*

Si parlerà del fatto che follia (quale che sia il senso che diamo a questa parola) è da sempre l’effetto di una messa a margine, a fondo pagina di discorsi che reggono soltanto bandendo il fuori campo. Una questione di spazi separati, dislocazioni non scelte, forzati trasferimenti, sradicamenti. Si parlerà di quei luoghi comuni – ideologie e pregiudizi – che chiudono i dialoghi, innalzano muri, barriere intransitabili, spazi chiusi che nulla hanno di comune e del dolore dell’essere spinti fuori gioco; ma anche delle condizioni che rendono inabitabili o abitabili i contesti, della cura che occorre perché sia possibile abitare da soggetti il dentro e il fuori, luoghi comuni, territori condivisi, comunità materiali e immateriali, garantendo a pieno la cittadinanza come chiede la legge 180, a quarant’anni dalla sua emanazione.  Come note a margine che riaprono i discorsi.  

Programma Festival dei Matti 2018

*

I 3 appuntamenti curati da me:

Venerdì 18 maggio – Chiostro Liceo Foscarini    

Ore 11.30

La trappola del fuorigioco

Peppe Dell’Acqua psichiatra e direttore Collana 180, e Gianni Montieri incontrano Carlo Miccio autore del libro La trappola del fuorigioco (Edizioni Alphabeta Verlag, 2017).

 

*

 

Venerdì 18 maggio – Chiostro We_Crociferi

Ore 21.00

Abitare la lingua

Gianni Montieri incontra Giordano Meacci scrittore e conduttore de La lingua batte, e Tiziano Scarpa scrittore.

 

*

 

Sabato 19 maggio – Teatrino Palazzo Grassi

Ore 12.00

Luoghi a perdere, luoghi da riabitare

Anna Poma e Gianni Montieri incontrano Carmen Pellegrino, scrittrice e Giuseppina Scavuzzo architetta.

***

Annunci

due poesie da “Avremo cura” lette a Radio 3

 

 

Parigi foto GM

Qualche giorno fa – il 21 marzo – due poesie da “Avremo cura” sono state lette a Radio 3, dall’attore Graziano Piazza, per “Poeti contro la mafia”.  Trovate l’audio qui : RaiPlayRadio/GianniMontieri

*

I testi sono questi due:

*

Non pensare che fosse indifferenza
la nostra piuttosto un modo di vivere
le cose così come si vivono:
tutte insieme, una per volta.
La sparatoria dietro l’angolo,
la partita di calcetto i compiti da fare,
poi uscire la sera il bar, la storia di tutti,
tutti tornavamo a casa per cena.

*

C’era poi un disegno del morire
sui volti degli uomini seduti
davanti ai bar a guardare
passare, sollevare l’occhio
indicare all’altro e criticare
stando fermi, non cambiando
(che fosse scopa o tressette)
mai la maniera di giocare.

*

GM


The FLR n. 3 Sacred/Sacro a Bookpride

È più facile che mi sentiate parlare dei libri degli altri, ed è una cosa che mi piace tanto; ma insieme agli altri mi piace lavorare, l’ho sempre fatto e continuo, solo che si cambiano i modi e le forme. Non molto tempo fa Martino Baldi e Alessandro Raveggi mi hanno chiesto di entrare a far parte della redazione di The FLR – The Florentine Literary Review, ho chiesto loro un po’ di tempo per pensarci ma poi ho accettato con entusiasmo, stavano chiudendo il numero 3 “Sacro/Sacred” ho dato una mano, ho visto come lavorano e qui sotto c’è il risultato: una delle più belle riviste che io abbia mai visto. Sono felice di questa cosa e di come abbiamo debuttato ieri a BookPride e volevo dirvelo e per farlo uso una frase di Giordano Meacci, autore del racconto che apre il numero.

“Troppe parole. Troppe. Questa fissazione che l’inizio, quindi tutto, dipenda da una parola dietro l’altra che si rincorrono e s’inseguono senza trovare mai requie e quiete. Quando in realtà tutto era già stato detto prima di parlare”.

 

 


Higuain, Dica 36

pipita

Sono nato il 10 dicembre del 1987 a Brest, in Francia. È in Bretagna, c’è anche il Museo delle Fragole (e del patrimonio), ma questo l’ho scoperto pochi anni fa. Sono nato a Brest, una notte di maggio del 2016, invece, sono diventato napoletano. Il mio colore preferito è l’azzurro: come il cielo di Brest quando passano rapide le nuvole, come quello di Buenos Aires nelle mattine d’inverno, come quello di Napoli che s’apre all’improvviso sopra Via Caracciolo. Dopo Brest e prima di Napoli sono stato argentino, dopo Napoli sarò ancora argentino. Mi chiamo Gonzalo, sono argentino, faccio il calciatore e mi piacciono le fragole. A Brest ho vissuto pochissimo, pochi mesi, quasi niente. La mia infanzia, la mia adolescenza, gli anni che contano li ho vissuti a Buenos Aires, lì è la mia casa. La mia terra era quella giusta per imparare a fare il calciatore. Imparare, sì. Perché saper giocare a calcio è un dono, tutta la storia del talento la conosciamo bene, ma a fare il calciatore si impara. Io volevo imparare, sapevo che avrei imparato.

*

Il mio racconto su Higuain comincia così, per il resto del racconto e del libro dovete comprare “Dica 36”, Colonnese Editore, già prenotabile e in vendita dal 7 luglio. Il libro è una raccolta di scritti su Higuain, un libro de Il Napolista, curato da Francesca Leva, qui per tutti i dettagli e l’elenco degli autori coinvolti: Napolista/Dica36

*

La prima presentazione del libro si terrà domani nel rione Sanità, per i dettagli qui: Dica36/Presentazione

*

Il libro si può già prenotare su:

IBS/DICA36

e su

AMAZON/DICA36

***

I diritti d’autore sono stati donati alla Onlus “Fondazione di Comunità San Gennaro”

GM


Avremo cura a Cividale del Friuli

obit


“Avremo cura” a Udine e Gorizia

Avremo cura - copertina solo prima

 

Doppio incontro friulano per “Avremo cura“. Ci vediamo:

Giovedì 28/01 a Udine alla Libreria Friuli Via Rizzani 1/3 – alle 18,00: presentazione di “Avremo cura” con Enzo Martines

*
Venerdì 29 gennaio – alle 20.45
Wine café Al Cantuccio, via Marconi/corte S.Ilario – Gorizia

presentazione di “Avremo cura”
con Francesco Tomada – a cura di Giovanni Fierro

musica dal vivo: Pierpalo Gregorig al sax, Giampaolo Mrach alla fisarmonica.

e letture di Laura Marchig.


Avremo cura – Lettura a “Ritratti di poesia”, Roma, Tempio di Adriano – 5 febbraio, 2015

10997378_414263658732933_8295011017310585723_o

Ritratti di poesia/foto inventaeventi

 


Avremo cura tra Roma e Napoli (tra il 5 e il 12 febbraio)

Avremo cura - copertina completa

 

Ritratti di PoesiaTempio di Adriano – Roma – Giovedì 5 Febbraio ore 14,00 – 15,00 per info qui:

https://www.facebook.com/events/358585981015478/?pnref=story  e qui Inventaeventi

 

Roma – Villaggio Cultura Pentatonic – Via Oscar Sinigaglia, 14 (Zona Laurentina) – Domenica 8 febbraio ore 17,00. Con Anna Maria Curci e Andrea Pomella, per info qui:

https://www.facebook.com/events/732311970197676/?ref=ts&fref=ts

 

Giugliano – Istituto F.lli Maristi, in collaborazione con Associazione Culturale Minerva – Via f.lli Maristi, 2 – Martedì 10 febbraio ore 18,00. Con Marco Aragno e Francesco Filia, per info qui:

https://www.facebook.com/events/1403884746579268/?notif_t=plan_user_joined

 

Napoli – Libreria Ubik – Via Benedetto Croce, 28 – Mercoledì 11 febbraio ore 18,00. Con Carmen Gallo e Francesco Filia, per info:

https://www.facebook.com/events/431259900374334/?fref=ts

 

Napoli – Libreria Healthy – Via Merliani, 118 – Giovedì 12 febbraio ore 18,30. Con Antonella Cilento, per info:

Healthy

 

 

 


Presentazione La Disarmata

La Disarmata – questa sera presentazione a Napoli

Poetarum Silva

disarmata
alle ore 17.00
Biblioteca Benedetto Croce, Via Francesco De Mura n. 2/bis – Vomero – Napoli ( Via Luca Giordano)

Viola Amarelli, Francesco Filia, Vincenzo Frungillo, Immo, Gianni Montieri

nell’ambito del ciclo di incontri Apeironideato da Bruno Pezzella

presentano

LA DISARMATA (Cfr edizioni, 2014)
Con

Antonio Filippetti
Bruno Pezzella
Aldo Spina ( reading)

View original post


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: