Stefano Piri, Roberto Baggio. Avevo solo un pensiero (su Rivista Undici)

Stefano Piri, Roberto Baggio. Avevo solo un pensiero, 66thand2nd 2020

*

È il diciassette settembre 1989, è una bella giornata di sole, al San Paolo si gioca Napoli-Fiorentina, è il Napoli di Maradona, la squadra che ho avuto la fortuna di vedere giocare per molte domeniche.  Andando a vedere quel Napoli ho avuto il privilegio di osservare da vicino i miracoli di Maradona, gli scatti di Careca, qualche volta Gullit, qualche altra van Basten, qualche altra ancora Platini. Ho vissuto in quel settembre, insieme a molti altri, l’istante in cui il mondo intero ha capito davvero chi fosse Roberto Baggio.  Quel giorno Maradona parte dalla panchina, nel primo tempo Baggio prende palla nella sua metà campo e comincia avanzare apparentemente lentamente (negli anni abbiamo ammirato quella apparente lentezza molte volte), in realtà viaggia molto più veloce degli altri, ai venticinque metri triplica la velocità, salta Renica e Corradini, dribbla Giuliani e appoggia in rete a porta vuota. Fantastico. [continua a leggere su Rivista Undici]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.