“un verso sporco al punto giusto” per Stefano Leoni 1961 – 2014)

in memoria di stefano leoni

Poetarum Silva

stefanoleoni

Un giorno di quattro anni fa Stefano Leoni mi mandò una e-mail dicendomi che aveva letto alcune mie poesie in giro e che gli erano piaciute, mi scrisse delle cose molto belle quella volta, cose che andavano oltre i versi, cose che lasciavano intravedere la persona splendida che era. Io le sue poesie le conoscevo già. Gli risposi, mi rispose. Le mail diventarono molte col tempo, ci scambiavamo testi e i rispettivi libri. Stefano Leoni era molto gentile ed era molto bravo. Scriveva a bassa voce, capivi che era uno che non urlava in giro. Capivi che era uno capace di farsi ascoltare. Mi dispiace molto non aver mai avuto il piacere di stringergli la mano. Non ho fatto in tempo a dirgli una cosa perché pensavo fosse stupida, ma forse non lo era e comunque non mi sembra più così stupida, gliela dico adesso. Quando scrissi del suo splendido Basse Verticali…

View original post 403 altre parole

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: