Le cronache della Leda #6 – L’avvocato

LecronachedellaLeda #6

Poetarum Silva

parigi pompidou  - foto gm Le cronache della Leda #6 – L’avvocato

L’avvocato è arrivato con un quarto d’ora di ritardo. Trattenuto in studio da un cliente, ha detto lui. Maleducazione, ho pensato io, ma a lui ho detto: noncuranza. Si è messo a ridere, ha un bel sorriso l’avvocato, gli è rimasto quello che aveva da bambino, e ha detto che a lui e a mio figlio li tratto sempre come se fossero ancora alle elementari. Gli ho detto di andarsi a lavare le mani, prima di sedersi a tavola. L’avvocato si chiama Luca, ha la stessa età di mio figlio Stefano, sono amici dai tempi delle medie. Dopo hanno fatto insieme il liceo, il basket e l’università e il calcetto, ovviamente. Entrambi interisti, destinati alla sofferenza. Mio figlio ha fatto meglio il liceo, l’avvocato molto meglio l’università. Adesso fa il penalista. Stefano, invece, insegna letteratura italiana in un’università americana. Ha impiegato quattro anni…

View original post 592 altre parole

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: