Le cronache della Leda #4 – Saverio

LecronachedellaLeda #4

Poetarum Silva

berlino 2011 - foto gm Le cronache della Leda #4: Saverio

Non vi ho raccontato nulla di mio marito. La Luisa mi ha telefonato ieri e mi ha detto che sarebbe giusto farlo. Non ascolto quasi mai i consigli della Luisa, anche perché lei che ne dispensa a bizzeffe, più di tutti, non li conferma nei comportamenti; ci siamo capiti, non occorre che io vada a rispolverare vecchi proverbi sull’argomento. In questo caso, però, ho deciso di ascoltarla, sarà che in questi giorni penso a lui più spesso, sarà che piove, sarà che l’inverno non si è manifestato. Qui è come dentro un lunghissimo autunno, un film visto continuamente da un vetro: fuori la pioggia, dentro la malinconia.

Si chiamava Saverio, era nato a Pavia nel febbraio del 1938, insisteva col fatto che nascere quell’anno gli aveva garantito la guerra e concesso il diritto di vivere da sopravvissuto. Scherzava, naturalmente. Più che un sopravvissuto gli…

View original post 447 altre parole

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: