Lettere aperte al fronte brasiliano #49

milano - gm

Pomeriggio, sotto casa due Writers
tra loro parlano in inglese, spray
alla mano mi salutano, mi fermo
a guardarli, vorrei fare delle foto
ma seguo le loro ombre riflesse
sul muro, grandi tre quattro volte
i loro corpi, penso al murale finito
a quando per terra ci sarà la neve
e di notte ci passeremo accanto
le ombre disegnate dal lampione
saranno le nostre, e l’arancione
o il viola bruceranno nel bianco.

***
(inediti 2013 -gm)

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: