Lettere aperte al fronte brasiliano #42

parigi 2012 - foto gm

Stanno tutti quanti di spalle
anche quelli non voltati
appoggiati ai sostegni, seduti
sopportano le fermate
le scandiscono come colpi
di tamburo, i loro pensieri,
il loro rumoroso silenzio
da tardo pomeriggio, da peso
di cose non accadute, gli occhi
sono schiene curvate dall’attesa
da un’ipoteca, da una rinuncia.

***
(inediti 2013 – gm)

Annunci

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: