Lettere aperte al fronte brasiliano #6

milano foto gm

Il silenzio profondo dei cortili
di Milano, la quiete azzurra
nei dopopranzo dove nessuno
scuote una tovaglia, batte
un cuscino. L’ordine curato
delle piante, a volte, esotiche.
Brera, Navigli, Porta Romana
visitare i giardini nascosti
nel centro di Milano, la domenica
con la gente altrove, al lago.
Sparire invece nei portoni
dove tutto vive ogni giorno
nel rumore di piatti, forchette
in bidoni da riciclo colmi
di cartoni da pizza e sciocchezze
nel Sudamerica di Affori.

***

(inediti 2013 -gm)

Annunci

2 responses to “Lettere aperte al fronte brasiliano #6

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: